L’approccio olistico per sentirci meglio

Per approccio olistico si intende un approccio che mira all’osservazione della totalità dell’essere umano. Per spiegare meglio questo aspetto, ricorrerò all’etimologia della parola “olismo”. Il termine proviene dal greco e significa proprio “totalità”. In medicina viene utilizzato per quelle diagnosi che si concentrano non sulla malattia in sé, ma sulla persona e sulle cause del malessere.

La concezione olistica si contrappone alla visione detta “riduzionista” tipica della società occidentale. Quello che si va configurando, invece, con l’approccio olistico è un uomo che, sì, è composto da varie parti, ma che nella sua interezza costituisce un risultato qualitativamente superiore, che comprende non solo la materia ma anche tutti gli aspetti misteriosi che riguardano la coscienza e la spiritualità.

Come può risultare evidente, è un concetto che richiama molto alla cultura del mondo orientale.
La via per il benessere e la salute della persona, nella sua totalità, riguarda tre parti, distinte ma collegate: il corpo, la mente e lo spirito. Si rifà quindi a uno spazio metafisico, non chiarissimo a chi non ha mai avuto a che fare con questo mondo.
Sin dall’antichità, i più importanti pensatori, studiosi e filosofi hanno intuito l’esistenza di qualcosa di superiore che riguarda proprio la totalità.
Secondo questa concezione dell’uomo in medicina, egli (chiunque) può spingersi all’auto-guarigione tramite la forza di queste tre parti, sospinte appunto dalla totalità.
Ma l’approccio olistico va molto oltre. La totalità non lega solo l’uomo e la sua coscienza, l’uomo e il suo spirito, ma riguarda il legame presente fra tutte le cose, fra l’individuo e l’universo stesso.

Questo è sempre stato, fin dalla notte dei tempi, un concetto ben chiaro alle filosofie orientali, il cui scopo è appunto quello di riconnettere l’io con il tutto tramite diversi tipi di espedienti (ad esempio, la meditazione). Ed è qui che subentra l’energia vitale, l’energia che scorre in tutte le cose ed è uno ma allo stesso tempo tutto.
L’uomo è, dunque, uno e tutto. La vita è in te, è nelle piante, negli animali, nei sassi, nel mare e nel cielo e nelle stelle. Uno è tutto e tutto è uno.
Il benessere mentale e fisico secondo l’approccio olistico è dunque, in maniera affascinante, dovuto alla comprensione di questo legame e alla serenità che comporta. Se vuoi saperne di più consulta http://consiglibenessere.org/