Pali e Paletti, fari e Faretti LED per illuminazione Giardino

Guida all’Illuminazione Giardino : Pali e Paletti, fari e Faretti a LED per illuminare gli spazi fuori casa con ridotti consumi e poca manutenzione. In questa guida imparerai come illuminare il giardino e quale dispositivo utilizzare in base alle zone in cui diffondere luce.

Le aree da illuminare che ci sono in giardino possono essere:

  • Gazebo o Veranda dove si trascorre maggior tempo
  • Viali, Vialetti d’ingresso e sentieri e scale esterne
  • Bordo piscina dove fare un rinfresco serale con gli amici
  • Zona barbecue
  • Zona Giochi per bambini
  • Muri esterni della Casa
  • Perimetro esterno della casa
  • siepi, aiuole ed alberi
  • fontanelle o statue

Pali per Illuminazione Giardino

Quando parliamo di pali per illuminazione giardino ci si riferisce ai più frequentemente a lampioni da giardino su palo che generalmente ospitano corpi illuminanti come delle lanterne oppure anche dei fari.

Questo tipo di luci per giardino è ideale ad illuminare ampi spazi in esterno e vengono usati anche come lampioni da esterno per l’illuminazione pubblica. Le potenze in ballo sono maggiori rispetto ad altri prodotti perchè appunto dall’altezza del palo i corpi illuminanti devono diffondere luce offrendo comunque i giusti livelli di illuminamento al suolo.

Fari LED da esterno

Tra i corpi illuminanti da alloggiare in cima ad i pali per illuminazione Giardino ci sono i Fari LED da Esterno. Essi rivestono un ruolo funzionale e servono esclusivamente per diffondere luce ai fini della sicurezza. Più sono alti i pali e maggiore è l’area che il faro arriva a coprire con la sua luce.

Di solito i Fari a LED da esterno vengono installati sopra i 3 metri di altezza perchè se posizionati troppo bassi oltre ad illuminare uno spazio ristretto possono risultare fastidiosi per la vista. Usare dei fari da esterno a LED è un must in quanto come visto i fari su palo sono soluzioni di potenza, che di norma consumano parecchi watt, e sono i primi da prendere in considerazione per ottenere un buon risparmio energetico dal proprio impianto di illuminazione per giardino.

Lanterne LED

Le lanterne sono delle gabbie in metallo che ospitano la fonte illuminante. Esse vengono utilizzate come punti luce da esterno per l’illuminazione pubblica ed anche in moltissime abitazioni come luci per giardino, in quanto la loro forma classica è molto apprezzata.

In genere la diffusione della luce di una lanterna non è ottimale perchè quasi tutti gli apparecchi di questo tipo hanno la fonte di luce posizionata al centro della lanterna e di conseguenza disperdono inutilmente parecchia luce. Infatti il loro ruolo è decorativo e non vedrai mai delle lanterne su lampioni lungo un’autostrada.

Anche usando delle lampadine a LED la reale efficienza luminosa di una lanterna rimane molto bassa. La miglior soluzione per associare il design delle lanterne ad una luce funzionale è quella di scegliere o modificare le proprie lanterne assicurandosi di posizionare la fonte di illuminazione nella parte superiore della gabbia.

Oltre che a palo, le lanterne da esterno sono impiegate con diversi supporti per essere installate su una parete laterale o anche su una colonna dei muretti esterni.

Paletti di Illuminazione Giardino

I paletti o lampioncini da giardino sono apparecchi di illuminazione esterna composti da un paletto che ospita diversi corpi illuminanti. Di solito queste soluzioni sono lampade da giardino di Design e sono le più diffuse per donare eleganza ed al contempo illuminare il giardino.

Il modo migliore di usare un lampioncino da giardino sta nel gioco dell’impiego di piccoli punti luce per creare un’armonia e definire il giardino collocando i lampioncini lungo i vialetti, sentieri, camminamenti ed anche in mezzo alle aiuole.

L’altezza media è sul metro e mezzo ma sul mercato si possono trovare molti tipi di design con diverse altezze come ad esempio segnapasso alti anche sotto i 50 cm.

Faretti LED da Esterno

Anche i Faretti da Esterno si rivelano un’interessante prodotto per l’illuminazione del giardino. Alcuni paesaggisti amano questi apparecchi a tal punto di avvalersi esclusivamente di faretti LED per illuminare l’esterno. La versatilità di questi prodotti è veramente grande ed è possibile creare giochi di luce suggestivi che possono arricchire l’aspetto dell’esterno di casa.

Nello specifico I faretti LED da esterno sono dei piccoli punti luce più comunemente chiamati “spot” ed hanno la caratteristica di mettere in evidenza la struttura della casa e gli elementi presenti nel giardino come alberi, vasi, statue, fontane, etc.

Generalmente l’emissione della luce avviene in fasci luminosi concentrati con aperture del fascio da 12° fino ad 80° gradi. Alcune versioni ad incasso ci sono soluzioni con diffusione a 180° che non hanno ottiche o deflettori per concentrare il fascio di luce ma hanno ottiche opacizzate per diffondere una luce soffusa. Altri hanno anche una copertura anch’essa che può essere calpestabile o carrabile ma che funge da deflettore per mandare la luce lateralmente invece che frontalmente.

I faretti LED da Esterno possiamo distinguerli per le seguenti 2 tipologie:

  • Con supporto esterno
  • da incasso

Quelli con supporto esterno sono i faretti da parete che solitamente consentono una regolazione dell’orientamento del faretto e possiamo considerare anche le soluzioni di faretti a picchetto da giardino.

Un modo elegante per creare luce d’atmosfera per illuminare il gazebo, oppure la veranda è quello di utilizzare dei faretti da esterno per buttare luce sulla tettoia e per rifrazione godere della luce soffusa che andrà a diffondersi sotto le strutture.

Faretti a Picchetto

L’uso principale dei faretti per esterno a picchetto è destinato ad illuminare la vegetazione: alberi, piante, cespugli o decorazioni floreali sono i candidati ideali a cui dare luce in giardino.

Il faretto a picchetto per giardino ha come caratteristica la presenza del picchetto che va inserito nel terreno. Questo rende l’installazione del punto luce per giardino estremamente rapida, semplice ed al contempo versatile.

Infatti grazie alla presenza del picchetto è anche possibile spostare il dispositivo per adeguarlo alla propagazione e crescita della vegetazione. Alcune soluzioni hanno uno snodo che permette ulteriormente di orientare il fascio di luce nel punto preferito per illuminare al meglio un tronco oppure una aiuola composta da piante miste a fiori.

Faretti da Incasso per Esterno

Questo tipo di punti luce hanno la caratteristica di essere una illuminazione giardino a scomparsa, cioè la loro presenza si nota principalmente per la luce emessa più che la presenza della struttura dei faretti da incasso per esterno.

I faretti da incasso esterno possono essere di varie dimensioni e potenza e possono avere diverse collocazioni come una parete esterna, a pavimento, nel terreno.

Di solito chi usa dei faretti di questo tipo necessita di molta potenza in quanto l’impiego di queste soluzioni prevede molti punti luce che hanno comunque una elevata dispersione della luce perchè operano di rifrazione e quindi complessivamente dovranno usare una maggior potenza rispetto a dei lampioni da giardino che offrono luce diretta.

Per questi motivi è importante usare faretti led da esterno che consentano di risparmiare corrente elettrica e ridurre la manutenzione. Usare questo tipo di faretti con soluzioni alogene è inconcepibile in quanto sostituire la lampadina alogena ogni 1000 ore sarebbe veramente un problema, dovendo aprire ogni volta i faretti incassati e compromettendo sempre più il grado di protezione ip.

Come vedremo più avanti per prodotti come faretti led da incasso esterno conviene usare soluzioni che usano moduli led.

Qualche consiglio per l’illuminazione Giardino

Oltre alle spiegazioni precedenti per usare al meglio i dispositivi di illuminazione da giardino sopra elencati, ti fornirò anche qualche consiglio per ottenere i migliori risultati per illuminare i tuoi spazi esterni.

Creare un progetto di Illuminazione Giardino

Il primo step da eseguire quando si pensa a come illuminare un giardino è quella di realizzare un progetto. Realizzare un progetto di illuminazione giardino è un buon metodo per ottenere un ottimo risultato sia dal punto di vista estetico che funzionale.

Durante la pianificazione potrai decidere come illuminare il giardino, dove far passare i cavi di alimentazione, se utilizzare un impianto a 12 Volt o a 220 Volt, se effettuare una integrazione domotica e quali prodotti di illuminazione da giardino a LED usare ( le luci LED ormai sono un must ).

Non Abbagliare e Riduci l’inquinamento luminoso

La diffusione della Luce degli apparecchi di illuminazione da giardino è un altro argomento importante quanto l’efficienza luminosa ed ad essa è correlata. Come abbiamo accennato prima la luce che possiamo considerare utile e funzionale per illuminare il giardino è quella rivolta verso il suolo.

Tutte le altre illuminazioni da giardino come le lampade da esterno a muro o i faretti per le valorizzare facciate e gli alberi hanno più un ruolo decorativo e vanno impiegate con sapienza per non generare inquinamento luminoso verso il cielo e verso le persone abbagliandole.

Ad esempio un lampione da giardino con sfera trasparente diffonde luce a 360° gradi mentre quella utile deve avere un’ampiezza di circa 140° rivolti al suolo. Quindi luci da giardino come le soluzioni a sfera sono altamente sconsigliate.

Sempre meglio luce calda per il giardino

Per i più distratti puntualizzo che esistono 3 tipi di tonalità della luce bianca, definita come temperatura di coloro della luce e viene espressa in Kelvin (K). Avremo quindi la cosi detta luce calda che comprende la fascia con temperature di luce minori di 3300 K, la luce neutra compresa tra i 3300 ed i 5300 kelvin e la luce fredda dai 5300 K in su.

La luce calda offre riflessi arricchiti di giallo ambrato, la luce neutra definita anche come luce naturale offre luce come avviene naturalmente con la luce del sole ed infine la luce fredda che offre riflessi azzurrini e si distingue per aver la minor resa cromatica degli elementi che illumina.

Una delle domande più frequenti se usare la luce calda o la luce fredda per illuminare il giardino o quale sia meglio.

La luce LED offre tutte e tre le temperature di colore della luce sopra elencate con una buona resa cromatica e quindi ben si presta all’illuminazione giardino, tuttavia in genere la luce fredda ha consumi leggermente inferiori della luce naturale e della luce calda.

Ma questo non vuol dire che la luce fredda sia la giusta luce da diffondere in giardino.

Infatti con riferimento al benessere dell’individuo e relativamente ai cicli circadiani, durante le ore serali è da preferirsi la luce calda in quanto la luce fredda anche in piccole quantità è in grado di sopprimere la produzione di melatonina aumentando la vigilanza e causando cosi problemi nell’addormentarsi quando è ora di andare a letto.

Per questo motivo anche a fronte di un consumo energetico del 5% maggiore è meglio senza dubbio usare la luce calda per creare un ambiente confortevole per noi ed i nostri ospiti, caldo ed accogliente.

Lampadine LED o Moduli LED per le lampade da giardino?

I vantaggi dei Led come la resa cromatica, il risparmio energetico e la ridotta manutenzione rendono i diodi ad emissione luminosa i candidati ideali per offrire luce in giardino ma è importante fare delle distinzioni.

Infatti quando ci si riferisce ad i LED quasi sempre si pensa subito alle lampadine a LED ignorando i moduli led.

I moduli LED sono delle schede elettroniche alimentate solitamente in bassa tensione che ospitano chip led. Questo significa che l’alimentazione a differenza delle lampadine ha il potenziale di avere una maggior distanza dai chip led.

Più i led lavorano ad una temperatura nel punto di giunzione bassa e e migliori sono le performance dei chip led.

Concettualmente quindi i moduli led, ed in pratica se realizzati a dovere in termini di componenti, alimentati con un trasformatore per led di qualità sono da preferirsi rispetto alle lampadine LED da usare nelle lampade da giardino.

Un modo rapido per distinguere una lampada da giardino di questo tipo è notare se il prodotto in questione è alimentabile in bassa tensione ( quasi sempre a 12 Volt in corrente continua ). Altri sistemi per capire se abbiamo davanti delle lampade da giardino con moduli led integrati è quello di vedere se sono interfacciabili ad impianti di domotica ed inoltre avere una durata che non si fermi a 50000 ore ma che raggiunga le 80000-100000 ore di vita utile,

Ovviamente ti sconsiglio soluzioni di manifattura cinese i quali usano plastica al posto di metalli dissipanti per realizzare i moduli led vanificando i vantaggi di dissipazione di questo tipo di luci led.

Illuminazione Esterna Giardino : Il grado IP non basta

L’illuminazione esterna del Giardino è soggetta agli agenti atmosferici esterni tra cui acqua e polveri che possono danneggiare l’elettronica. Per questa ragione i dispositivi per illuminazione esterna si distinguono da quelli di illuminazione interna per il cosi detto grado di protezione IP.

I gradi di protezione ideali dell’illuminazione per giardino sono quelli compresi tra ip65 ed ip68. Per intenderci IP68 è uno dei gradi di protezione maggiori che possiamo ottenere da un apparecchio di illuminazione per esterni e sta ad indicare protezione totale da polvere ed acqua anche con immersione prolungata del dispositivo.

Ma anche se una lampada da esterno per giardino dichiara un grado di protezione ip67 ad esempio, non viene specificato per quanto tempo queste luci potranno mantenere la giusta protezione per ambienti esterni.

A questo punto entrano in gioco materiali e finiture. Bisognerà accertarsi che i materiali usati per realizzare le lampade da giardino siano resistenti all’usura del tempo in ambiente outdoor. Sia le guarnizioni che le resine che proteggono l’elettronica devono quindi avere una buon qualità per garantire l’impermeabilità a lungo del dispositivo.

Un buon e rapido modo per capire rapidamente se ci si trova davanti ad una soluzione per esterni durevole in termini di protezione sta nel verificare per quanto tempo il prodotto è garantito. Se poi la garanzia è di un produttore di lampioncini italiano avrà sicuramente maggiore affidabilità.